Archivio: Didattica

 

Progetto “Giotto tra candore e stupore”

I giorni di festa sono ottimi giorni per pensare e meditare con più calma su problematiche che la quotidianità ci presenta con compulsività e a cui spesso rispondiamo con un eccesso di tempestività.
Rileggendo, mi rendo conto della ricchezza di “a” con l’accento. E allora, ve ne aggiungo un’altra contenuta nella parola “Natività”; parola desueta perché inghiottita da una foresta di altri vocaboli che riguardano il Natale, più vicini al mondo dei consumi che al significato stesso dell’accadimento, che nella sua estrema semplicità riguarda la nascita di un bambino.
Punto e a capo.
Ma, si obietta, e a giusta ragione, sai com’è? Quel bambino per buona parte dell’umanità è il figlio di Dio, speranza di ripartenza, di conversione verso nuovi obiettivi.
Chiaro, ma, pur nel rispetto del valore religioso “occidentale”, si può festeggiare il Natale in una classe multietnica a partire dall’illustrazione di una “Natività” dell’arte cristiana?
Ovvero. Si può leggere “laicamente” un tema così eminentemente legato alla tradizione religiosa cristiana?
Ci abbiamo provato, l’ultimo giorno di scuola, insieme all’insegnante di religione (e con chi altri?) e in presenza del bambino islamico inserito nella nostra classe e di due bambini che non frequentano l’ora di religione (ora alternativa).

 

Scarica il testo integrale.

Scarica l’immagine.

 

______________________________________________
La rubrica Mela Verde, a cura della socia Patrizia Morisco, mette a  disposizione materiali per la scuola primaria… e non solo!

 

 

Mela verde: “ In vista del Natale”

Ci si sta preparando al Natale, fra mille problemi, legati all’interpretazione dell’intercultura. Non è questa la sede per aprire il dibattito, ma vi invitiamo a partecipare al prossimo convegno di formazione che Anisa terrà in Vaticano e che verterà proprio su questi temi. Il nostro sito ve ne terrà informati.

Noi possiamo soltanto dirvi cosa accadendo nella classe di Mela Verde, partendo dal principio che la storia dell’arte italiana, ma direi a livello globale, anche quando racconta pagine sacre è in realtà la narrazione del Paese…

 

Scarica il testo.

Scarica le immagini.

 

______________________________________________
La rubrica Mela Verde, a cura della socia Patrizia Morisco, mette a  disposizione materiali per la scuola primaria… e non solo!

 

 

Riflessioni interculturali

Né per Parigi, né per Pisa, ma molto tempo prima…

Né per Parigi, né per Pisa, o meglio non solo per loro, ma perché da circa venti anni ci occupiamo di storia dell’arte per i più piccoli dell’elementare (ora primaria) e lo facciamo INEVITALBILMENTE secondo criteri oggettivi di multiculturalità e interculturalità, oggi vogliamo riflettere ancora una volta insieme.

Leggi l’intero articolo.

______________________________________________
La rubrica Mela Verde, a cura della socia Patrizia Morisco, mette a  disposizione materiali per la scuola primaria… e non solo!

 

 

Mela verde: “ La Regina, il poeta e il corsaro”

Eccoci qui a parlare di una storia davvero eccezionale: quella di una implacabile regina, di un sommo poeta, giocoliere di parole, e di un astuto corsaro.

Una storia accaduta più di quattro secoli fa, ma ancora affascinante.

La location è davvero lontana da noi (oggi non più, le rotte aeree la raggiungono in meno di due ore e c’è chi va e viene tutti i giorni da lì). Siamo nell’Inghilterra di fine Cinquecento, quando questa terra non è ancora una vera e propria potenza…

 

Scarica il progetto.

Scarica le immagini.

Oltre alle immagini, è accluso “album” con cui far colorare i vostri bambini.

 

______________________________________________
La rubrica Mela Verde, a cura della socia Patrizia Morisco, mette a  disposizione materiali per la scuola primaria… e non solo!

 

 

Non è mai troppo presto per iniziare ad educare al Patrimonio Culturale

Per la rubrica Mela Verde,

Non è mai troppo presto iniziare ad educare al Patrimonio Culturale

spunti e riflessioni di Patrizia Morisco

“Già a partire dalla Scuola Primaria, liberandoci da una soffocante ansia “produttiva”, si potrebbe insegnare storia, geografia, arte e immagine a partire dalla visita ad un Museo o ad ogni altro Luogo della Cultura.”

Scarica il testo.

 

 

Mela verde: progetto “Decalogo d’amore”

Torna la rubrica Mela Verde, con un intervento dedicato ai bambini con bisogni educativi speciali.

Progetto  “Decalogo d’amore – Dieci tele per Veneri e Amorini

Care e cari colleghi,

torniamo a raccontare nella nostra rubrica ciò che accade nella scuola primaria, scusandoci del ritardo, ma questo anno scolastico ha avuto, per le ragioni note a tutti i docenti, un avvio abbastanza difficoltoso.

Vi propongo un progetto dedicato, in particolare, ai bambini con specifici bisogni di apprendimento.

La presentazione è sintetica perché volta al Collegio dei docenti.

Nel sito verranno immessi, di volta in volta esperienze e risultati, corredati da foto degli alunni.

Il progetto avrà inizio a gennaio, dopo le vacanze natalizie.

Un caro saluto e buon lavoro!

Scarica la premessa.

Scarica il progetto.

 

La rubrica Mela Verde, a cura della socia Patrizia Morisco, mette a  disposizione materiali per la scuola primaria… e non solo!

 

 

Nuovi materiali ANISA Mela rossa – arte per i più piccoli: scuola dell’infanzia

foto esempio mela rossa

Cari amici ,

con la rubrica Mela Rossa, dedicata all’educazione all’arte nella scuola dell’infanzia, vogliamo far conoscere   “buone pratiche ” che possano essere utili agli operatori e a tutti coloro a cui sta a cuore il tema dell’educazione all’arte, sin dalla tenera età.

 

————————————————————————————-

Di seguito la descrizione di alcune esperienze che la socia  Paola Mathis ha svolto con l’Associazione culturale MeravigliArte! L’Arte in ogni senso .

———————————————————————————–

Introduzione al progetto didattico “Dal Micro al Macro!” (6 incontri per il 3° anno della Scuola dell’Infanzia)
A cura dell’Associazione culturale MeravigliArte! L’Arte in ogni senso (progetto di Paola Ferrini e Cecilia Caffari)

Il progetto stimola gradualmente nei bambini la capacità di osservazione della realtà e della natura che ci circonda e la capacità di trarne ispirazione per la propria espressione creativa. Esso si articola in un ricco programma di incontri che offrono ai bambini un’esperienza formativa completa. Dopo un’immersione multisensoriale tra fiori e piante di ogni forma e colore all’Orto Botanico, i bambini sperimentano un momento laboratoriale e creativo che prevede la realizzazione di una micro-composizione con frammenti naturali all’interno di un vetrino per diapositiva che poi, proiettato, assumerà dimensioni macroscopiche e nuovi significati. Il progetto prosegue con una visita alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna, dove i bambini vengono a contatto con alcune opere ispirate dai processi e dagli elementi naturali, e si conclude con il laboratorio di pittura condotto da un pittore “in carne e ossa” che li introduce alla pratica pittorica e ai segreti dei colori.
L’esplorazione attenta di forme, segni e colori, letti nella dimensione micro e in quella macro per coglierne le infinite particolarità e le possibilità espressive e narrative, conduce i bambini ad una riflessione sullo straordinario potere di ispirazione della natura per l’arte e la creatività.

Dal MICRO al MACRO

————————————————————————————

Introduzione al progetto didattico “L’Arte in ogni senso. Vedo Sento Tocco Comunico: Arte” (4 incontri per il 1° anno della Scuola dell’Infanzia) (progetto di Ilaria Fasola)

L’Arte, intesa come mondo di colori e segni grafici espressivi, viene esplorata dai bambini fin dalla più tenera età attraverso strumenti quali la narrazione partecipata, l’esplorazione percettiva e sensoriale di materiali e testi visivi e l’attività laboratoriale e creativa.

La narrazione della fiaba – la storia dei pescetti Oro e Argento che escono dal mare e compiono un lungo viaggio alla scoperta del mondo – è il fil rouge che lega i quattro incontri e costituisce il contenitore di stimoli visivi ed emozionali; essa permette ai bambini di appassionarsi alla descrizione/costruzione dei personaggi incontrati e di diventare essi stessi protagonisti contribuendo al lieto fine della vicenda.

Ogni incontro è dedicato all’esplorazione di uno o due sensi a partire dall’osservazione di opere di artisti come Klee, Mirò, Botero, Arcimboldo il cui linguaggio risulta particolarmente vicino al mondo dell’infanzia. I bambini sono così stimolati ad una fruizione attiva dell’Arte attraverso il coinvolgimento e il potenziamento non solo delle proprie capacità mentali ma anche di quelle percettive/sensoriali e delle abilità manuali.

Il testo della fiaba rielaborato insieme, le immagine artistiche mostrate e i lavori creativi dei bambini, rilegati in un libricino, costituiranno il prodotto finale del percorso laboratoriale.

ARTE IN OGNI SENSO

—————————————————————————-

Introduzione al progetto didattico “Occhio all’impronta! Nella Natura e nell’Arte” (4 incontri per il 2° anno della Scuola dell’Infanzia) (progetto di Paola Ferrini e Cecilia Caffari)

La natura e l’arte sono da sempre fonti inesauribili per la conoscenza e l’apprendimento. Osservare con spirito critico e curioso la realtà che ci circonda e verificare come artisticamente questa sia stata rielaborata, permette ai bambini di avvicinarsi alla creatività come strumento per conoscere, verificarsi e provarsi nel mondo.

Questo progetto didattico prende le mosse dall’osservazione del segno nell’arte (osservazione di opere d’arte) e in natura (uscita alla Riserva naturale), approfondendo il significato di lasciare una traccia, di esprimersi e manifestarsi; sollecita i bambini a vivere un’esperienza plurisensoriale di scoperta della realtà e ad esperire il valore dell’espressione corporea ed emotiva attraverso la sperimentazione – con l’aiuto di un esperto ceramista – della tecnica artistica della lavorazione dell’argilla in cui imprimeranno la propria impronta.

La manipolazione della creta consentirà ai bambini di venire a contatto con la materia e, al tempo stesso, di mettersi alla prova e divertirsi, coniugando l’aspetto esteriore con quello interiore del dichiarare la propria presenza nel mondo.

OCCHIO ALL’IMPRONTA

 

ANISA promuove il corso d'arte organizzato dal FAI

ANISA sostiene l’iniziativa del  FAI per la promozione della storia dell’arte

Il FAI – Fondo Ambiente Italiano presenta il nuovo corso di storia dell’arte dal titolo Leonardo. Una vita. Le venticinque lezioni del corso si terranno dal 26 febbraio al 16 dicembre 2015 presso il Teatro Dal Verme (il giovedì dal 26 febbraio all’11 giugno) e presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Milano (il mercoledì dal 23 settembre al 16 dicembre), dalle ore 18.00 alle ore 19.15. Verrannoraccontati i molteplici aspetti della vita pubblica e privata di Leonardo di cui si conserva una documentazione eccezionalmente ampia. Ma il corso del 2015 non si limita alle lezioni. Giovani studiosi accompagneranno gli iscritti in visite ad hoc: nelle sale del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia a scoprire la meccanica leonardesca, nel cantiere della Sala delle Asse nel Castello Sforzesco e persino tra i muri del refettorio di Santa Maria delle Grazie per contemplare il Cenacolo.

PRESENTAZIONE DEL CORSO

Programma lezioni corso Leonardo