Tutti gli articoli di anisa

 

PROGETTO “EDUFIN – PIU’BENESSERE PER IL PERSONALE DELLA SCUOLA ATTRAVERSO L’EDUCAZIONE FINANZIARIA”

Chi non si confronta con i problemi legati al risparmio e alla previdenza?Ecco un utile percorso gratuito di informazione/formazione di educazione finanziaria per docenti di ogni ordine e grado.
Un benefit di welfare sociale messo a disposizione dei docenti non per la loro attività professionale ma per la loro dimensione personale e familiare.  

Destinatari dei percorsi sperimentali di educazione finanziaria realizzati dai CPIA sono i docenti del sistema educativo di istruzione e formazione e dell’istruzione non statale con particolare attenzione alle insegnanti di genere femminile.

I percorsi sono realizzati dai CPIA, in collaborazione con Tuttoscuola. Ciascun CPIA eroga un percorso di educazione finanziaria destinato a 20 docenti in servizio presso le scuole del territorio e/o della provincia su cui insiste il CPIA. Ciascun percorso ha una durata di 33 ore. Ciascun percorso è progettato per essere fruito in modalità blended: 23 ore sono svolte in presenza e 10 ore attraverso webinar. Il percorso prevede inoltre un’attività di microlearning finalizzata a mantenere alta l’attenzione e l’interesse sul tema anche fuori dai momenti formativi strutturati.

Il progetto EDUFIN CPIA è stato lanciato dal Miur due anni fa con l’obiettivo di fornire al personale competenze di tipo economico e finanziario per un esercizio consapevole e sostenibile della cittadinanza.Ora il progetto giunge alla sua seconda edizione e partirà con un webinar gratuito il prossimo lunedì, 28 gennaio, alle ore 17.00

CLICCA PER ISCRIVERTI:

https://register.gotowebinar.com/register/5297432033558211851

ulteriori info: 

http://www.tuttoscuola.com/argomento/professione-scuola/formazione-e-aggiornamento/i-corsi

 

ANISA su Farhenheit: intervista di Irene Baldriga

Oggi alle 15.00 la Past President Irene Baldriga è stata intervistata nell’ambito del programma “Farhenheit “sul tema “A chi appartiene l’arte?”.

Sono stati toccati i temi della fruibilità da parte di tutti dell’opera d’arte e del ruolo della storia dell’arte nell’epoca della globalizzazione.

ascolta l’intervista

https://www.raiplayradio.it/programmi/fahrenheit/archivio/puntate/

 

Assemblea annuale dei soci ANISA

Si è svolta martedì 10 dicembre, presso la sede  dell’Istituto Centrale per la Grafica, in Roma, l’Assemblea dei soci.

L’Assemblea si è aperta con la relazione della Presidente uscente, Irene Baldriga, sull’attività del triennio appena concluso.

I soci hanno, poi, approvato all’unanimità il nuovo Statuto, apportando al testo vigente le modifiche  necessarie per adeguarsi alla nuova normativa che interessa l’associazionismo del Terzo Settore. Gli articoli sono stati rivisti per consentire la trasformazione dell’associazione da “senza scopo di lucro non
riconosciuta” ad “associazione di promozione sociale, cioe’ APS”.

L’Assemblea, infine, ha proceduto alle votazioni per l’elezione delle cariche statutarie (Comitato Direttivo nazionale, Probiviri, Revisore dei conti).

Nella sezione del sito “CHI SIAMO – L’ORGANIZZAZIONE” si può consultare la nuova struttura organizzativa dell’Associazione. 

 

 

 

Il saluto di Clara Rech Presidente ANISA

Come primo atto della suo mandato la Presidente Clara Rech ha voluto salutare soci e simpatizzanti dell’Anisa con la lettera che segue:

Carissimi Soci, Carissimi Amici,

Desidero anzitutto ringraziare di cuore chi si è adoperato per l’ottima riuscita del recente Congresso Nazionale e ringraziare anche il Direttivo che ne è scaturito, il quale mi ha concesso nuovamente fiducia eleggendomi Presidente, incarico da me già ricoperto dal 2004 al 2010. Credo sia la prima volta nella vita dell’Associazione che un Presidente sia rieletto: è questo per me un grande onore nella consapevolezza dell’onere accresciuto che comporta.

Da quegli anni fino ad oggi la nostra Associazione ha assunto un’organizzazione e un raggio d’azione di importanza crescente, fino a diventare un punto di riferimento non solo nazionale per i temi che le sono propri: la promozione della cultura dell’arte e della bellezza, la didattica dell’arte, l’educazione al patrimonio, la formazione dei docenti.

Questo successo lo dobbiamo soprattutto all’operato del Presidente e del Direttivo uscenti ed è motivo di grande conforto e certezza per il futuro la presenza di diritto, nel nuovo Direttivo, dello stesso Presidente nel ruolo di Presidente emerito, come pure la riconferma della maggior parte dei componenti accanto a due nuove socie giovani e appassionate.

C’è di che ben sperare per il futuro della nostra ANISA!

Importanti sono state le modifiche dello Statuto approvate dall’Assemblea dei Soci che consentiranno ad ANISA di operare in modo più ampio e trasparente, ma sempre nel segno della continuità col passato.

L’autorevolezza che abbiamo guadagnato ci impone infatti nuove sfide e nuove responsabilità. L’essere considerati interlocutori fidati da enti ed istituzioni pubblici e privati accresce il numero delle nostre azioni, amplia la nostra progettualità e incrementa la responsabilità che abbiamo nei confronti della  comunità professionale della scuola che in noi si riconosce, come pure dei tanti che, pur essendo esterni al mondo scolastico, si appassionano alle tematiche che ci sono care.

Dovremo continuare ad impegnarci sia a livello nazionale che a livello regionale e provinciale su ogni piano, politico, sociale e culturale affinché l’educazione all’arte e al patrimonio vengano sentite sempre più come un diritto di tutti i cittadini del nostro Paese. Esercitare una cittadinanza attiva non sarà mai possibile senza adottare un’ottica realmente inclusiva di tutto ciò che è umano e di cui la produzione artistica è la traccia storica più fedele.

I nostri ragazzi e le nostre ragazze dovranno crescere con una corretta comprensione del vocabolo ‘inclusività’, perché tutto è connesso ed è nella relazione che la persona si realizza. Inclusività significa ascoltare tutte le voci, specie quelle emarginate dalla discussione perché appartenenti ai più deboli e quindi, spesso, agli stessi giovani, così come è necessario considerare in ogni contesto l’interezza della persona umana che non si può sviluppare in un ambiente degradato o in mezzo a disuguaglianze sociali.

Nel segno di questa ecologia globale deve realizzarsi un nuovo umanesimo. A questo puntano tutti i 17 obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, il programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU, obiettivi integrati nelle cinque P: persone, pianeta, prosperità, pace e partnership.

Nelle prossime settimane definiremo con il Direttivo le linee d’azione per il prossimo triennio. Nel nuovo anno dovremo onorare molti e grandi impegni già sottoscritti, in primis le Olimpiadi del Patrimonio che sono un nostro fiore all’occhiello da quindici anni e che quest’anno hanno varcato i confini nazionali.

Altri progetti e programmi concreti prenderanno corpo con il concorso delle commissioni tematiche e delle sezioni provinciali e grazie  al confronto  aperto con tutti i soci.

Cercheremo di consolidare il livello qualitativo ormai raggiunto nel segno della passione e dell’impegno che ci contraddistinguono e per i quali assicuro le mie energie e quelle di tutti gli organi associativi. Al tempo stesso auspico che si ampli sempre più la platea di chi vuole mettersi in gioco con noi collaborando attivamente alle nostre iniziative.

Per ora invio a ciascuno di voi il mio saluto grato ed affettuoso con auguri di ogni bene in vista delle prossime festività natalizie del nuovo anno.

 

Roma, 13 dicembre 2019

clara

 

 

 

 

 

Anisa Umbria – Incontri al Museo del Ducato di Spoleto

Museo del Ducato, Rocca Albornoziana di Spoleto

Incontriamoci alla Rocca

Ciclo di incontri organizzato dal  MIBACT,
in collaborazione con ANISA Umbria 

locandina-filippo-lippi

la  frequenza varrà come corso di formazione per tutti i docenti ed operatori interessati

Si ricorda che ANISA è abilitata a rilasciare certificazioni, secondo la Direttiva 170/2016.

Si allega anche il modulo-iscrizione-incontri-rocca-2019-20 da inviare a lidia.antonini@anisa.it

 

Roma 9 -10 Dicembre: XXIX Congresso ANISA

Raffaello, “un bellissimo ingegno”

loc-corretta

prog-corretto-ultimo

vai al link dei Musei Vaticani

http://www.museivaticani.va/content/museivaticani/it/eventi-e-novita/iniziative/Eventi/2019/convegno-raffaello-anisa.html

leggi il comunicato stampa

 I biglietti per partecipare sono esauriti in quanto la capienza della sala dei Musei Vaticani non permette di inserire altre persone, per cui le iscrizioni sono chiuse. 

Il giorno dopo il Convegno continua presso l’Istituto centrale della Grafica; il Convegno di studio si conclude alle ore 13:00 del 10 dicembre.

L’Assemblea dei soci si riunisce per i lavori del XXIX Congresso ANISA alle ore 14:00 del 10 dicembre presso la sala “Dante” dell’Istituto Centrale della Grafica,  in via della Stamperia 6 a Roma. Tutti i soci regolarmente iscritti per il 2019 hanno diritto a partecipare all’Assemblea indipendentemente dalla partecipazione al Convegno .

La partecipazione al congresso costituisce titolo ai fini dell’aggiornamento: è previsto l’esonero dall’insegnamento in quanto Anisa è soggetto accreditato per la formazione (art. 2, 3, Direttiva Miur n. 90/2003, e D.M. 15-4- 2009)

 

Segnaliamo ai docenti che parteciperanno al XXIX  Congresso ANISA del 9-10 dicembre Raffaello “ Un bellissimo ingegno” che   La Villa Farnesina, per il periodo di durata della mostra LEONARDO A ROMA. INFLUENZE ED EREDITÁ ( 4 ottobre 2019 – 12 gennaio 2020), sarà aperta da lunedì a domenica dalle 10:00 alle 19:00 (ultimo ingresso ore 17:00). Coloro che ritengono possibile una visita domenica 8 dicembre possono prenotare on line  a questo link: https://www.booking-villafarnesina.it/it/booking-1/

Info: +(39) 0668027267; linceileonardo2019@lincei.it 

La sessione pomeridiana del giorno 10 dicembre, a partire dalle ore 14, sarà dedicata alle operazioni congressuali: Assembla dei Soci, candidature ed elezione del Direttivo e delle Cariche statutarie per il triennio 2019-2022. Tutti i soci in regola con la quota del 2019 hanno il diritto di partecipare, indipendentemente dalla partecipazione al Convegno di studi. Per tutte le novità seguici su www.anisa.it

La partecipazione al Congresso costituisce attività valida ai fini dell’aggiornamento dei docenti per un totale di 20 ore di formazione ed è previsto l’esonero dal servizio poiché Anisa è inclusa nell’elenco degli Enti accreditati e qualificati per la formazione ai sensi della Direttiva MIUR 170/2016.

FAQ

Dove posso contattare l’organizzatore per qualsiasi domanda?
Scrivi all’indirizzo segreteriaolimpiadi@anisa.it .
Come posso effettuare l’iscrizione?
Le iscrizioni sono chiuse.
Quali sono i dati identificativi e il codice fiscale dell’ANISA?
Sede nazionale ANISA c/o Liceo Tasso – via Sicilia 168 -00187 ROMA
Codice Fiscale ANISA: 94072730487
Posso partecipare al Congresso anche se non sono socio ANISA?
Si, per partecipare è richiesto un contributo di 50 euro che dà diritto all’iscrizione all’ANISA per il 2020.
A cosa mi dà diritto il versamento della quota di iscrizione?
Versando il contributo di 50 euro avrai diritto al rinnovo della tessera ANISA per il 2020 e potrai partecipare ai lavori del Congresso e a tutte le attività ANISA pr il 2020. Tuttavia potrai partecipare all’elezione degli organi statutari solo se sei in regola con l’iscrizione 2019.
La mia registrazione o il mio biglietto è trasferibile?
No
Il Congresso costituisce titolo ai fini dell’aggiornamento dei docenti?
Si, Anisa è inclusa nell’elenco degli Enti accreditati e qualificati per la formazione ai sensi della Direttiva MIUR 170/2016.
Posso richiedere al Dirigente Scolastico l’esonero dal servizio per partecipare al Congresso?
Si, Anisa è soggetto accreditato per la formazione e i docenti hanno diritto ogni anno scolastico a cinque giorni di permesso per partecipare alle attività di formazione.

 

 

Baldriga su RADIORAI 3 in difesa della storia dell’arte

Oggi la presidente Anisa Irene Baldriga è stata intervistata nell’ambito del programma “Tutta la città ne parla” sul tema della difesa della storia dell’arte e del ripristino e dell’ampliamento dell’insegnamento della disciplina in tutte le scuole secondarie di secondo grado.

ascolta l’intervista

https://www.raiplayradio.it/audio/2019/11/TUTTA-LA-CITTAapos-NE-PARLA-bf93b728-9ccc-43c6-8c36-b2ab16a363a6.html