Archivio: Mela Verde – Arte per i più piccoli (scuola primaria)

 

Mela verde: “8 Marzo a Palazzo”

Davanti, le bambine!

E’ il motto della classe “Mela Verde” quando ci si organizza in fila. Sembra poco, ma non lo è: porgere lo spazio più “rilevante” e “comodo” induce i maschietti a riflettere su quanto prezioso sia lo spazio delle compagne all’interno della classe, anche quando appaiono ipercritiche e “interventiste”. Ancora: insegna loro una delle regole fondamentali della buona educazione: porgere il passo ad una signora, tanto più se, in futuro, la scoprirai incinta o anziana. Semplice.

Ed essendo la nostra azione didattica, da anni, rivolta alla coniugazione dell’educazione al patrimonio con le altre molteplici educazioni, l’educazione al rispetto della diversità sessuale ci appare come prioritaria in occasione della “Festa della donna” mentre sempre più spesso alle donne si fa “la” festa, come atrocemente e quotidianamente ci racconta la cronaca del nostro Paese.

Scarica il testo.

chigi-7 chigi-5 chigi-3

______________________________________________
La rubrica Mela Verde, a cura della socia Patrizia Morisco, mette a  disposizione materiali per la scuola primaria… e non solo!

 

 

Mela verde: “Eppur si muove!”

Ricordate? Avevamo presentato ai nostri bambini le immagini di Tomaso da Modena e dei suoi impegnatissimi copisti.
E’ facile intuire che nella fase di descrizione dei personaggi molta della curiosità si sia appuntata sugli occhialini indossati da alcuni di loro e in particolare da quello che per noi era il nostro “genius loci”.

Scarica il testo.

Scarica le immagini:

  1. Galileo
  2. Urbano I
  3. Occhiali

 

______________________________________________
La rubrica Mela Verde, a cura della socia Patrizia Morisco, mette a  disposizione materiali per la scuola primaria… e non solo!

 

 

Mela verde: frate Grammaticus e piccole lezioni di latino

Carissimi, buon anno!
Riprendiamo le  nostre attività, sperando in un anno migliore e di grande coerenza per quello che riguarda la nostra scuola.
E ripartiamo da un frate per noi, classe Mela Verde, davvero importante. Più volte al giorno, il suo passo baldanzoso, il suo acume, la sua logica, il suo fare  perfettino  si fanno presenti nella nostra aula. Volete conoscerlo? Ebbene, non si tratta di Frate Francesco, le cui clarite stelle, come ricorderete, molto fascino hanno aggiunto alle galassie di Lucio Fontana. Né di frate Lorenzo sulle cui orme ci ha condotto il bel ritratto di William.
E’ il nostro frate Grammaticus, un tipo pignolo, affaccendato sulle amate carte, pronto a prendere una parola e a rendercela in tutta la sua grande complessità. Un topo da biblioteca, studioso, copista e gran linguista!

Continua a leggere…

Vedi immagine.

 

 

______________________________________________
La rubrica Mela Verde, a cura della socia Patrizia Morisco, mette a  disposizione materiali per la scuola primaria… e non solo!

 

 

Mela verde: “Non solo Madonne”

E’ dato storico che molta parte della produzione storica artistica del nostro Paese sia legata a temi sacri. In un arco simbolico che congiunge paganità e cristianità, lì dove vi siano elementi di continuità seppur trasformati, la figura della “Madre” centralizza su di sé l’attenzione dello storico, ma anche quella del fruitore del patrimonio artistico.

A noi, forse per non abusare della tradizione natalizia e delle sue sacre famiglie, è parso interessante andare a scoprire la figura materna, nella sua fase “di attesa”, fuori dalle pagine del “sacro” e dentro a quelle del quotidiano.

 

Scarica il testo.

Scarica le immagini:

  1. Jan Van Eych
  2. Jan Veermer

 

______________________________________________
La rubrica Mela Verde, a cura della socia Patrizia Morisco, mette a  disposizione materiali per la scuola primaria… e non solo!

 

 

Mela verde: riflessioni sull’inclusione

Beatrice, di cui abbiamo tanto scritto e detto, di cui abbiamo diffuso, con il permesso della mamma, tante foto che con la forza delle immagini deponevano della sua serenità, della sua fattiva collaborazione, in una parola della sua inclusione, si è trasferita.

Buona parte di quello che abbiamo elaborato nell’ultimo “bollettino”, prendeva le mosse dalle osservazioni sul quotidiano. Da una parte dalla realizzazione armoniosa della bambina, dall’altra dalle tante “cose” che attorno accadevano…

Continua a leggere…

Vedi immagine.

 

 

______________________________________________
La rubrica Mela Verde, a cura della socia Patrizia Morisco, mette a  disposizione materiali per la scuola primaria… e non solo!

 

 

Mela verde: “Tiziano,Veneri, bamboline di carta”

Carissime e Carissimi,
ci eravamo lasciati alla Biblioteca Angelica, l’antica biblioteca degli Agostiniani al centro della città di Roma. Un luogo di incredibile fascinazione per grandi e piccoli. Un luogo evocativo e davvero suggestivo: pareti di tomi antichi sembrano “portare” l’architettura del mondo!
Dopo tanta emozione, in classe abbiamo fatto lo stato dell’arte ( è il caso di dire) e siamo ripartiti alla ricerca di nuovi orizzonti.

Scarica il testo.

Scarica le immagini.

Scarica il bozzetto dell’abito.

Scarica le bamboline di carta.

 

______________________________________________
La rubrica Mela Verde, a cura della socia Patrizia Morisco, mette a  disposizione materiali per la scuola primaria… e non solo!

 

 

Mela verde: “Bibliopassione”

Si diceva il 10 febbraio durante il corso di aggiornamento dell’ANISA, tenutosi presso l’Istituto per la patologia del libro, proprio nella gremita biblioteca, che le biblioteche storiche rappresentano un frammento importante dell’educazione al patrimonio culturale. Importante, ma poco frequentato.
La classe di Mela Verde costituisce una fortunata eccezione. Il 5 febbraio, infatti, ha avuto l’occasione di visitare la storica “ Biblioteca Angelica”, meraviglia di cultura e sapere, incastonata nel centro della città di Roma, alle spalle di Piazza Navona, perla barocca, e posta tra opere di eccezionale spessore del Caravaggio: la Madonna dei Pellegrini in S. Agostino e la Cappella Mattei in S. Luigi dei Francesi.
Un’occasione unica. Un “bingo” didattico. Tele, piazza, biblioteca, chiese e memorie agostiniane. Santi, monaci, copisti, tipografi, pittori irriverenti e archi- star ante litteram.
Ma è davvero possibile un itinerario del genere per bambini della scuola primaria? Sì, perché è Roma a renderlo tale! Solo una città pensata per imperatori e papi, ricca di tracce e orme, “immensa” e concentrata, può offrire una tale occasione di crescita culturale.
Ma ora torniamo per un attimo a scuola e vediamo quali sono state le premesse per una visita così ricca e complessa.

Scarica il testo.

Scarica le immagini.

 

______________________________________________
La rubrica Mela Verde, a cura della socia Patrizia Morisco, mette a  disposizione materiali per la scuola primaria… e non solo!