Archivi tag: anisa

 

Linee guida sull’educazione civica: irrisorio lo spazio riservato all’ educazione al patrimonio

Prendersi cura dei  beni culturali e del paesaggio è un passo fondamentale nel percorso dell’educazione al bene comune; Anisa sottolinea il poco spazio dato all’educazione al patrimonio nelle recenti Linee guida sull’educazione civica.

Irene Baldriga, presidente emerita dell’associazione, approfondisce questo tema nell’articolo dell’Osservatore Romano inserito anche nella  rassegna stampa del MIUR.

Leggi: baldriga-educazione-civica

 

 

Premio Rotary Livio Manzoni – ANISA

Giovedì 18 Giugno si è svolta a Roma, presso l’Hotel  Building, la cerimonia per la consegna del  Premio Rotary Livio Manzoni,  attribuito a Laura Marinelli del Liceo Cassico Perrotta di Termoli (Esami di Stato 2019) .

 

Il PREMIO ROTARY ROMA SUD-EST IN STORIA DELL’ARTE “LIVIO MANZONI” nasce nel 2018 in collaborazione con ANISA – Associazione Nazionale Insegnanti di Storia dell’Arte allo scopo di incentivare gli studi universitari di Storia dell’Arte.

E’ intitolato a Livio Manzoni, socio fondatore del Rotary Roma Sud-Est, dirigente d’azienda e storico dell’arte.

Il premio consiste in euro 1.000,00 lordi.

 

premio-livio-manzoni-2020

 

Rettifica al Bando delle Olimpiadi del Patrimonio 2020 “Raffaello e i suoi”

 

Cari docenti,

dopo esserci consultati come Commissione nazionale per le Olimpiadi, con la Presidente e il Direttivo tutto e sopratutto con l’Ufficio per la Valorizzazione delle Eccellenze del Miur  e tenuto conto che l’inizio del nuovo anno scolastico richiederà un periodo di assestamento, siamo arrivati a formulare il  nuovo calendario

La prova già messa a punto per la selezione regionale verrà inviata a tutte le scuole iscritte ai primi di settembre e servirà come esercitazione sugli argomenti presenti nel dropbox.

————————————————————————–

Rettifica al Bando delle Olimpiadi del Patrimonio 2020  Raffaello e i suoi.

A seguito della diffusione dell’epidemia di coronavirus nel nostro paese e prendendo atto delle precauzioni da osservare in materia di viaggi di istruzione e delle modalità di didattica a distanza che hanno in ogni caso ridotto i normali rapporti docente/studenti rendendo più complicate   attività come le Olimpiadi,   l’Anisa ha deciso di apportare le seguenti modifiche  al  Bando in questione,    per eliminare i previsti viaggi per le selezioni regionali .

Considerato che le celebrazioni per l’anno raffaellesco (mostre,convegni) sono slittate di alcuni mesi a causa della pandemia e continueranno anche nel 2021 si propone quanto segue:

Selezioni regionali: le selezioni previste per il 10 marzo e dapprima rinviate al 30 aprile sono ulteriormente rinviate secondo questo calendario che tiene presente i tempi necessari alle scuole di riavviare le modalità in presenza e recuperare il normale dialogo didattico.

Entro i primi dicembre preparazione da parte delle squadre già iscritte di un elaborato: presentazione di un powerpoint di non più di 20 slide o video di 8-10  minuti sul tema Raffaello e i suoi sulla base dei materiali già messi a disposizione  e di  ulteriori approfondimenti. Gli elaborati saranno inviati ai referenti regionali per le Olimpiadi entro il 10 dicembre. Una commissione composta dal referente regionale  per le Olimpiadi e due docenti/funzionari Mibact/studiosi,  procederà  a selezionare le migliori presentazioni che corrispondano ai requisiti richiesti, individuando le squadre finaliste per le varie regioni come da Bando originale. Le scelte delle commissioni regionali saranno sottoposte alla conferma dei referenti  nazionali per le Olimpiadi (Fabrizia Borghi, Teresa Calvano, Paola Strada) e gli elaborati  vincitori saranno pubblicati sul sito .

 La Fase finale si svolgerà  a Roma ai primi di  marzo 2021, sarà in presenza di una Commissione giudicatrice e avrà questo svolgimento:

Una settimana prima della data fissata per la finale via zoom le squadre finaliste assistono all’estrazione di altrettanti argomenti relativi al tema (per es. La Trasfigurazione o i Ritratti femminili etc..) .

Sugli argomenti estratti dovranno preparare la presentazione che potrà essere supportataesclusivamente da immagini e dal loro parlato (15 minuti), nessuna didascalia, niente altro di scritto.

Questa formula garantirebbe la serietà della prova finale   

Le iscrizioni delle scuole restano valide.

 

 

     
 

comunicazione da ANISA Brescia

Cari Soci ANISA e simpatizzanti

continuiamo l’attività culturale a distanza grazie ai supporti tecnologici usati anche per la scuola.

Il ciclo delle “microvideoconferenze”  ANISA Brescia si intitola: “Frammenti di memorie artistiche” e il secondo appuntamento culturale “virtuale” riguarda il settore del libro antico miniato e illustrato.

Ecco il titolo e a lato il link da cui potrete scarica la videoinfoconferenza:

“Per lo gran mar dell’essere”. La “Divina Commedia” in opere d’arte poco note. https://we.tl/t-TM3AXVi5IE

 

(info : Paola Bonfandin:i anisa.brescia@libero.it)

 

 

Auguri di Buona Pasqua ai soci e a tutti coloro che ci seguono da ANISA

Carissimi Soci, Carissimi Amici,

In questo anno davvero particolare, vorrei farvi arrivare il mio augurio per la prossima Pasqua. Auguri a noi tutti che questa festa del ‘passaggio’ ci veda protagonisti, che tutti sappiamo andare ‘oltre’. Questo virus ha smascherato un po’ tutto; ci ha mostrato cosa conta sul serio, quanto indispensabili ci siano mille gesti che prima consideravamo ordinari o automatici: respirare, camminare, ma anche prendere un caffè al bar…

Ha costretto noi tutti nel mondo a fare cose che nessuno finora è stato in grado di obbligarci a fare. Ha dimostrato che non possiamo più permetterci che esistano zone troppo povere e sottosviluppate perché, prima o poi, questo si torcerà contro tutto il pianeta. E che compromettere ecosistemi e biodiversità non è più una cosa di cui sentiamo distrattamente notizia nel telegiornale. Si sono ribaltate tante categorie; una per tutte: ora, se ci si vuole bene, ci si tiene a distanza. Saranno scritti fiumi di saggi filosofici, antropologici, economici…. su tutto questo. 

Sono state riscoperte e valorizzate tante cose: si è visto quanto le persone abbiano bisogno di cultura e di arte. Sono i connotati della civiltà, i segni di quanto nobile sia la natura umana e di quanto alti siano i suoi bisogni. L’uomo non si accontenta di sopravvivere. Vuole vivere esprimendo l’altezza che lo abita, la profondità che gli dà spessore.

Auguriamoci che, una volta passata la tempesta, tutti si ricordino dell’importanza primaria di settori finora negletti perché considerati non redditizi, come la sanità e la scuola. Che si continui, come ora, ad avere bisogno dell’arte e che non si ricada nella fretta bulimica di accaparrare, possedere, fagocitare tutto, considerando la cultura inutile orpello.

Forse aveva ragione Einstein nel dire che la crisi è una benedizione per l’umanità: fa scaturire creatività, inventiva, capacità di scoprire… solo così, del resto, possiamo dare un senso a tanti lutti e a tante sofferenze.

Auguri quindi di uscire diversi, non ‘adattati’ ma ‘rinati’ da questo epocale momento.
Buona Pasqua!

 

Clara Rech

                                                                     firma-clara

Roma, 10 aprile 2020